Ritorna alla pagina iniziale I servizi offerti dall'Istituto Delta Scopri l'Istituto Delta Localizzazione dell'Istituto Delta Il Centro RIcerche  Molluschi Una vasta bibliografia dei risultati conseguiti
 
<< Torna alla pagina SERVIZI
 

 

OSTREICOLTURA

 

info: veliger@istitutodelta.it

 

"CESTA PER L'ALLEVAMENTO IN SOSPENSIONE DI MOLLUSCHI"

La molluschicoltura italiana, seppure sia fonte di importanti produzioni (50.000 ton/anno di vongole veraci + 100.000 ton/anno di mitili), risente dei problemi tipici dei comparti poco diversificati. Una valida alternativa per diversificare la molluschicoltura italiana è certamente rappresentata dall'ostrica concava Pacific oyster (Crassostrea gigas). Una analisi economica ha dimostrato come l'ostreicoltura sia praticabile e possa garantire un reddito netto paragonabile a quello che si ottiene producendo mitili su un impianto long-line. La stessa analisi ha individuato come fattore limitante la produttività il tipo di contenitore, soprattutto poiché quelli impiegati, non essendo pienamente riutilizzabili, rappresentano la voce di spesa che incide maggiormente sul redito.

Sulla scorta di tali indicazioni e delle esperienze maturate, i ricercatori di Istituto Delta hanno deciso di progettare e brevettare una cesta rispondente alle reali necessità produttive dell'ostreicoltura su long-line. Gli elementi chiave, che fanno di questa cesta un oggetto dalle caratteristiche innovative, sono i seguenti:

  • Modularità;
  • Componibilità;
  • Forma circolare;
  • Capienza;
  • Compartimentazione dello spazio interno;
  • Altezza;
  • Rigidità;
  • Fenestratura;
  • Semplicità;
  • Riutilizzabilità.

Le ceste sono state concepite come elementi modulari che vanno a costituire pile di più unità fino ad un massimo di 5-6 elementi. Il numero massimo è posto da limiti operativi in fase di manutenzione a bordo di natanti (lavaggio e salpaggio): una struttura di 5 ceste può arrivare a pesare anche 100 Kg (ceste + cordami + ostriche + epibionti).

La forma circolare è quella consente il miglior idrodinamismo rispetto a forme squadrate quadrangolari o poligonali. Questa soluzione presenta una minore resistenza alle correnti d'acqua limitando l'inclinazione dell'asse verticale, fenomeno di disturbo per le ostriche.

Per quanto riguarda la capienza , intesa come quantità di ostriche che si possono mantenere all'interno, una singola cesta può essere utilizzata per allevare anche 100 esemplari fino al raggiungimento della taglia commerciale (<almeno 80 g). Questa condizione mette l'allevatore nelle condizioni di produrre manovrando meno contenitori rispetto alle soluzioni tradizionali.

La compartimentazione dello spazio interno in 4 parti è una caratteristica di fondamentale importanza.

Anche l' altezza dello spazio interno non è casuale, ma dettata dalla conoscenza delle reali necessità dell'ostrica.

Si è scelto di realizzare un contenitore rigido poiché esperienze effettuate con contenitori flessibili (es. lanter-net) hanno messo in evidenza un difetto alquanto grave: le ostriche crescendo finiscono con l'inglobare la rete rendendo particolarmente gravoso il loro recupero senza danneggiare la rete o loro stesse.

La fenestratura della cesta è stata studiata per favorire il massimo passaggio di acqua e contenere al meglio le ostriche.

La semplicità , non solo di assemblaggio della singola cesta, ma anche di realizzazione delle pile modulari, è un elemento di grande importanza pratica.

La possibilità di riutilizzare le ceste tal quali per più cicli di produzione rappresenta un ulteriore vantaggio, soprattutto in termini economici.

 

 
Copyright© Istituto Delta Ecologia Applicata
SEDE Via B. Bartok, 29/B   44124 Ferrara (FE)   Tel. +39 0532 97.70.85   Fax +39 0532 97.78.01
LABORATORIO CRIM Via Dell'Agricoltura, 17   44020 Goro (Ferrara)   Tel. e Fax +39 0533 99.54.27
istitutodelta@istitutodelta.it